Che cosa è la ecografia dell’ accrescimento fetale?

E’ un ecografia finalizzata a misurare le dimensioni del feto (biometria) per valutare se sta crescendo bene, poco o troppo. Valuta inoltre la quantità del liquido amniotico e la posizione placentare

Quando si esegue?

Nel terzo trimestre in genere tra le 28 e 32 settimane. In casi a rischio e nelle gravidanze gemellari viene eseguita dalla 24 settimana. In genere viene ripetuta alla 36 settimana.

Che cos’è l’ecoflussimetria fetale?

L’ecoflussimetria fetale, unendo alla tecnica ecografica la metodica Doppler, permette di studiare il flusso ematico nel distretto materno (arterie uterine) ed in quello fetale (arteria ombelicale e cerebrale, dotto venoso) e verificare il buon funzionamento della placenta.

L’ecoflussimetria fetale non è un’indagine di routine in gravidanza; è utile qualora lo sviluppo del feto abbia segnalato scarso accrescimento in conseguenza di una cattiva funzione placentare. L’ecoflussimetria è una tecnica innocua del tutto sicura e priva di rischi per il feto e la consegna dei referti, al fine di favorire la consultazione, è immediata.

CONTATTACI

Hai domande?